SOLFERINO: AIKIDO

di Marzia Sandri

Acquisire abilità nella difesa personale in un cammino di crescita interiore e spirituale. È questo l’obiettivo che l’Aikido, arte marziale di origine giapponese, propone ai suoi allievi e praticanti di raggiungere. In quest’antica disciplina la dimensione spirituale, infatti, permea ogni aspetto della pratica che, nella filosofia del suo fondatore, Morihei Ueshiba, costituisce un mezzo per unire i popoli in un’unica grande famiglia e non, al contrario, per ferire gli altri. “Idealmente – spiega Francesco Barreca, insegnante di Aikido – quando ci si trova in una situazione di conflitto fisico, l’aikidoka deve applicare soltanto un controllo necessario per neutralizzare l’attacco dell’avversario e per sventare il pericolo. Più il praticante di Aikido cresce, più sviluppa quest’attitudine a salvare la propria vita e al tempo stesso quella dell’avversario, nel tentativo di far capire alle persone violente che sono in errore e che nulla possono di fronte all’abilità tecnica unita all’intelligenza dominata dal cuore”. Vivere facendo attenzione alle potenziali situazioni di conflitto o di violenza, ai rapporti interpersonali, alla società, allo scopo di migliorare il mondo in cui viviamo ed essere di esempio per gli altri sono i princìpi ineludibili, dunque, da seguire per chi si dedica a quest’arte. “Le situazioni di conflitto fisico – aggiunge Barreca – devono essere anticipate ed evitate attraverso la sicurezza in noi stessi e la maturità spirituale che da essa origina. Per raggiungere tutto questo sono necessari molti anni di dedizione profonda, ma l’Aikido è una disciplina che dura per tutta la vita e la sua pratica assidua porta a una crescente abilità tecnica e ad una profonda comprensione della natura umana”. E proprio in questi significati, che attraggono le persone interessate alla risoluzione armoniosa e non violenta dei conflitti, sta la grande differenza tra l’Aikido e le altre arti di combattimento anche se si tratta comunque di una tecnica di efficace difesa personale, pur nel rispetto della vita altrui. A promuovere l’apprendimento dell’Aikido in zona è l’associazione “Lago di Garda Takemusu Aikido Dojo” che nasce, appunto, col fine di apprendere, approfondire e diffondere le tematiche tecniche, culturali e filosofiche dell’Aikido Tradizionale di O Sensei Morihei Ueshiba, seguendo la via indicata da Morihiro Saito Sensei, allievo diretto e fedelissimo del Fondatore per oltre 24 anni. Attualmente sono aperte le iscrizioni per i corsi che si svolgeranno nella struttura dell’agriturismo “Le Sorgive” di Solferino. Le lezioni, che si terranno il lunedì dalle 21 alle 22 e il giovedì dalle 21 alle 23, per i principianti e il lunedì dalle 22 alle 23 e il mercoledì dalle 21 alle 23 per gli avanzati, sono condotte dallo stesso Francesco Barreca (3° Dan Aikikai; 3° Dan TAAI; 4° Dan Buki Waza) e consentono di ottenere i gradi certificati dall’Aikikai di Tokyo. Le iscrizioni resteranno aperte fino al mese di dicembre e in questo periodo sarà possibile usufruire di due lezioni gratuite a titolo di prova.
Per informazioni: www.aikidogarda.it
a.bonesi@email.it - barreca.francesco@alice.it.


Commenti »

La URI per fare un TrackBack a questo articolo è: http://www.civetta.info/wp-login.php/wp-images/wp-content/plugins/showbiz/temp/update_extract/showbiz/wp-trackback.php/wp-trackback.php/1194

Ancora nessun commento

feed RSS per i commenti a questo articolo.

Lascia un commento


Attenzione: i commenti compariranno sul sito previa approvazione del moderatore

Righe e paragrafi vanno a capo automaticamente, l’indirizzo e-mail non viene mostrato, HTML è permesso: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>